Carla Bertoli


Carla Bertoli è nata nell'agosto del 1963 a Milano, dove attualmente vive e lavora. Durante l'infanzia conosce l'abilità artigianale attraverso le figure del bisnonno, abile intagliatore del legno, e del padre, orafo e artista espose le sue creazioni per la ditta Cusi di Milano, al Moma di New York negli anni 50/55'. Questa familiarità con le tecniche artistiche e l'interesse per l'arte quale canale d'espressione privilegiato, la conducono allo studio dell'antica tecnica del mosaico: dal 1994 al 2000 frequenta parecchi corsi di mosaici, successivamente nel 2002 frequenta lo Studio di Paolo Maimonte, docente della scuola d'Arte Applicate del Castello Sforzesco di Milano. Qui approfondisce la conoscenza storica della tecnica dall'epoca bizantina ad oggi, lo studio dei rapporti cromatici e i dei materiali. Un diverso ambito di interesse, ossia quello relativo alla conoscenza vibratoria dei cristalli e alle proprietà cromatiche delle pietre dure caratterizzano, la produzione degli esordi. La fase formativa dell'artista si alimenta in questi anni di fertili incontri: nel frequenta il salotto di Maria Teresa Isenburg, detta Maté, che la introduce all'uso di materiali tratti dalla quotidianità, frammentati a cui viene data funzione artistica; parallelamente rafforza l'interesse per l'espressione pittorica frequentando la Libera Accademia di Pittura di Vittorio Viviani nel biennio 2008/2009. Sono questi gli anni in cui Carla Bertoli individua il genere di riferimento della sua ricerca artistica: il ritratto, di personaggi famosi e committenti, riprende contrasti cromatici tipici della Pop Art, arricchiti da ricercati tagli d'inquadratura. A partire dal 2007, la ricerca si amplia: il linguaggio pittorico si unisce alla tecnica del mosaico che, oltre ad essere sempre più magistrale nell'esecuzione, diventa anche terreno di sperimentazione: Carla Bertoli trasforma elementi di riciclo in materiale musivo, in tasselli pittorici e volumetrici che compongono parti del supporto. Nel 2012 ottiene il Certificato di Completamento dell'Abramovic Method. Nel 2013 inizia un percorso parallelo, evolvendo le proprie capacità artistiche, immergendosi nell’astrattismo, questo le ha permesso di sperimentare nuove tecniche di pittura e realizzare nuovi effetti cromatici, spingendosi oltre il limite imposto dalle forme. 
Attualmente Carla Bertoli prosegue la ricerca artistica esplorando limiti e intersezioni tra pittura e mosaico , e collabora con designer e architetti. 
Le sue opere hanno partecipato a collettive insieme ad opere di artisti quali: Ugo Nespolo e Roberto Talaia, Amedeo Modigliani, Mimmo Rotella, Raffaele De Grada, Francesco Menzio, Sandro Trotti, Pietro Annigoni, Antonio Nunziante, Piero Ruggeri, Aldo Mondino, Giuseppe Pinot Gallizio, Carol Rama, Alighiero Boetti, Francesco Tabusso, Marco Lodola, Manuella Muerner Marioni, Cesare Viola, Vittorio Nocera, Francesco Fortino, Riccardo Gilardoni, Silvio Amelio, Paolo Menon.

Tecnica mista che fonde ricerca, cultura, pittura e un taglio moderno delmosaico, Carla Bertoli converte l’uso dei materiali di recupero in forma artistica, utilizza elementi riciclati con la tecnica del mosaico e li trasforma in pezzi pittorici e volumetrici che compongono le parti del supporto in 3D. Le fotografie delle opere di Carla Bertoli, sebbene irrinunciabili per dare un assaggio della sua arte, non saranno purtroppo mai in grado di trasmettere appieno la matericità, la tridimensionalità, la concretezza e l’emozione contenute nelle sue creazioni.
 

Hai bisogno di una consulenza?

+39 3486005128
Contattaci ora